fbpx

Quando si sceglie di organizzare un matrimonio senza la presenza di una wedding planner bisogna sempre valutare quali possono essere gli svantaggi e se realmente questa decisione è giusta da prendere o meno. Se si accetta questa sfida di “organizzarlo in famiglia”, con l’aiuto dei parenti più intimi e dei propri amici fidati queste sono alcune delle cose che devi sapere.

La prima cosa che ti consiglio di fare è quella di ideare una lista completa delle cose da fare, in modo da poter aggiungere a fianco le tempistiche di realizzazione completa e in che periodo dell’anno andranno svolte. Si sa che ci sono alcuni fornitori che devono essere scelti e bloccati in largo anticipo circa dieci mesi prima dell’evento. Per poter alleggerire la tensione è consigliabile sempre farsi aiutare da qualcuno di famiglia o da una persona fidata in modo da non dimenticare proprio nulla.

Matrimonio senza wedding planner

Una volta che si inizia a bloccare qualche fornitore e che si stabilisce un budget da destinare ad ogni singolo aspetto organizzativo, bisogna sempre stipulare un contratto in modo da inserire delle clausole che tutelino entrambe le parti, soprattutto se ci sono degli acconti da versare. Da sola o con l’aiuto del tuo sposo dovrai valutare bene la scelta di ogni singolo fornitore, ma non solo anche la qualità dei servizi offerti e contrattare sul prezzo.

Assumendo una wedding planner sarà lei invece ad occuparsi, una volta stabilito il budget dell’evento, della gestione dei prezzi e della coordinazione dei diversi fornitori, sollevandovi da questa responsabilità. Il giorno dell’evento in cui solitamente siete impegnati a intrattenere gli invitati, ballare, scattare foto e divertirvi la wedding planner si occuperà di coordinare e controllare singolarmente ogni aspetto e ogni fornitore.

Matrimonio senza wedding planner

Una delle problematiche che emerge spesso dal confronto con gli sposi che hanno organizzato da soli il loro matrimonio è la dispersione del budget, il quale inizialmente era stato impostato ad una soglia ben precisa ma che poi sfora per mancanza di esperienza nella gestione di un evento così grande. Un matrimonio richiede delle spese maggiori rispetto ad una semplice festa, in quanto ci sono dei servizi che per l’accuratezza della realizzazione ovviamente hanno un costo elevato.

Un altro aspetto da considerare è la scelta dell’abito, quando si va da sole alla ricerca dell’abito dei sogni si tende a girovagare a volte per settimane da un atelier ad un altro, senza essere mai sicure della scelta effettuata. Nel momento in cui invece c’è al proprio fianco una wedding planner sarà lei ad effettuare per te una prima selezione di atelier a cui rivolgerti in base ai tuoi gusti, per poi valutare insieme anche altre tipologie di abito che magari per inesperienza di tende a sottovalutare o a non voler neanche provare.

ALLERTA SPOILER: IL TUO ABITO LO SCEGLIERAI TU NON LA TUA WEDDING PLANNER CHE TI AIUTERÁ SOLO NELLA LOGISTICA DELLA SCELTA E TI DARÁ DEI CONSIGLI PERSONALI SE RICHIESTI

Così come la scelta della location, che dovrà rispecchiare il vostro canone di bellezza, ma allo stesso tempo dovrà essere funzionale e adatta anche per le persone disabili e pronta ad avere un piano B qualora sia necessario attuarlo.

Matrimonio senza wedding planner

Non sono da sottovalutare gli allestimenti che dovranno avere un fil rouge comune a tutto l’evento e accompagnare gli sposi dalle loro case fino alla location. Anche la scelta dei buffet o del menù può sembrare un gesto facile da compiere ma anche questi aspetti devono essere attentamente valutati in base al target di invitati, ovvero se ci saranno più bambini, più persone anziane o se sarà un pubblico di giovanissimi a prendere parte dell’evento. Alcuni cibi possono risultare scomodi da consumare in piedi e quindi si richiede necessariamente un certo quantitativo di appoggi da sistemare nelle prossimità del buffet stesso. Così come non deve mancare anche una prima accoglienza agli ospiti che arrivano in location. Nessuno deve sentirsi a disagio, tutti dovranno avere il loro spazio e vivere la giornata in allegria.

In base alla tipologia di evento bisogna scegliere anche il coordinato cartaceo che comprende inviti, tableau marriage, i segnaposto, i segnagusti ai confetti i ringraziamenti e i bigliettini nelle bomboniere. Il coordinato dovrà essere scelto e ideato in base anche ai colori scelti per l’evento.

Matrimonio senza wedding planner

Anche la gestione  del fotografo al matrimonio richiede grande professionalità, è vero che avendo tanta esperienza da soli riescono a gestire le foto fondamentali, ma con la presenza di una wedding planner ci sarà una tabella di marcia da seguire che porterà gli sposi a non dimenticare nulla e ad effettuare gli scatti nelle ore più indicate, quelle non molto calde o al tramonto.

O ancora gestire gli interventi di persone care agli sposi che durante la cena volessero fare un discorso o un semplice brindisi: se si dovesse paventare questa opzione bisogna organizzarsi con il metre e la cucina per far si che il cibo non scuocia o che non arrivi freddo ai tavoli o peggio ancora che mentre l’ospite parla ci sono camerieri che gironzolano per la sala a levare piatti

Matrimonio senza wedding planner

Sono davvero tanti i dettagli da osservare e gestire con cura per un matrimonio, tutto viene realizzato in un anno, ma la performance va in scena in pochissime ore e tutto deve essere perfetto.

Sei sicura di voler rischiare di portare avanti un’organizzazione cosi complessa da sola e finire come le tre protagoniste della foto di copertina?

A te la scelta

Ciao e alla prossima

Benedetta

Perché affidarsi ad una wedding planner? | La wedding planner non sostituisce gli sposi nell’organizzazione del matrimonio

Cover credits : Pinterest

Menu