fbpx

le otto regole per un team leader

Nel momento in cui ho deciso di diventare imprenditrice di me stessa e di avere un mio team con cui lavorare e collaborare, ho imparato con il tempo 8 semplici regole da seguire per essere una buona leader. Nell’articolo di oggi vorrei condividerle con te

# 1 Le necessità della squadra prima di tutto
non è importante far vedere che tutto il lavoro viene svolto in modo perfetto, se sei un  leader coscienzioso con standard alti non è necessario: è un dato di fatto.
Quello che è importante, invece, è capire le necessità della tua squadra: trascorri del tempo con i tuoi collaboratori, cerca di conoscerli e di capire cosa vogliono da te mentre impari di più sul tuo ruolo.

# 2 Se è necessario un cambiamento, sii coraggioso
Per effettuare dei cambiamenti ci vuole grinta. Se come leader pensi che le cose devono cambiare, ricorda che gestisci un gruppo di persone e i cambiamenti repentini e radicali non fanno bene a nessuno. Ascolta il più possibile ed effettua i cambiamenti in modo progressivo.

# 3 Metti in pratica i tuoi valori
Una cosa è essere consapevoli dei propri valori, un’altra cosa è capire profondamente come i propri valori possono essere di aiuto e influenzare il tuo modo di guidare una squadra.

# 4 Inizia a riflettere
Ci sono giorni in cui ti senti come un maestro di una scuola elementare più che leader e altri giorni in cui ti senti orgoglioso di te perché tutto va come deve andare. Inizia, allora, a riflettere e chiedere a te stesso cosa hai fatto di buono e continua a farlo.
Ma rifletti anche su cosa hai fatto di sbagliato e come agire al meglio la volta successiva. Riflettere ti aiuta ad essere un leader migliore.

# 5 Non cambiare
Pretendere di essere qualcuno che non si è, è un lavoro duro e stancante. Se non sei una persona dal pugno duro, non indossare questa veste solo perché il tuo ruolo lo richiede. Stessa cosa nel caso in cui tu sia una persona mite: non è necessario diventare una testa dura perché sei un leader.
Le persone con cui lavorate ti guarderanno dentro e se troveranno delle incongruenze la tua credibilità potrebbe essere messa in discussione.

# 6 Non avere paura di essere vulnerabile
Sii onesto su quello che sei capace di fare aiutando così i tuoi collaboratori a connettersi con te.
Sii vulnerabile permettendo alla tua squadra a non vederti solo come il nuovo capo. Se si accorgeranno che vai bene con tutte le tue imperfezioni e i tuoi limiti, decideranno di lavorare al tuo fianco più velocemente.

# 7 non pretendere di avere tutte le risposte
Non è il tuo lavoro avere tutte le risposte ma è il tuo lavoro aiutare la squadra a trovare le giuste soluzioni e supportarla in modo che possa svolgere il suo lavoro.

# 8 Farai degli sbagli
Rassegnati al fatto che non sempre le cose vanno secondo i piani. Imparalo e fai tesoro di quegli sbagli per la volta successiva.

Articolo precedente
8 cose che gli sposi dimenticano di fare dopo la cerimonia
Articolo successivo
Addio al nubilato indimenticabile

Post correlati

Menu